Blog: http://zemzem.ilcannocchiale.it

Dettagli

 

Piccola posta

Bisogna augurarsi che il procuratore dell’Aquila sia un bravissimo professionista, con la responsabilità che ha. Lo si è visto molto in televisione, e lo si è sentito ripetere più volte quell’annuncio: “Li arresteremo…”. Solo che così, se non “li arrestassero”, si sospetterebbe un fumo senza arrosto, e quando “li arrestassero” si temerebbe una concessione al pubblico. Preoccupazione forse infondata. Però, se fossi suo amico, lo metterei almeno in guardia da un dettaglio minimo: gli viene continuamente da dire “e compagnia bella”. Solo che in contesti come “i crolli, i morti e compagnia bella”, non suona bene. Buon lavoro.

 Adriano Sofri

Pubblicato il 19/4/2009 alle 17.2 nella rubrica Opinioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web