Blog: http://zemzem.ilcannocchiale.it

Stefania Craxi: Praga e gli errori del Pci

 Corriere della Sera, Stefania Craxi sottosegretario Affari esteri

Caro Direttore, ho solo una conoscenza giornalistica della commemorazione fatta alla Camera dei Deputati sulla "Primavera di Praga" e sui suoi strascichi; mi scuso perciò anticipatamente di miei eventuali errori di giudizio. Dalle mie letture, ho trovato un po` tutto fuori tono, a cominciare dall`Intervento pontificale e assolutorio del Presidente Fini, evidentemente lontano dalle emozioni suscitate nella sinistra da quel drammatico avvenimento; lo stesso Presidente Bertinotti, apprezzabile per la severa autocritica su tutto ciò che i comunisti italiani non fecero di fronte alla tragedia cecoslovacca, ha parlato come se tutto l'universo fosse racchiuso appunto nel Pci: non ricorda che l`altro grande partito della sinistra, il partito socialista, fu con Dubcek dalla prima all`ultima ora e poi sempre al fianco di coloro che continuarono a lottare per la libertà, fino alla vittoria? Ma più che fuori tono, fuori della realtà è l`intervento di Pietro Ingrao, che pretende di attribuire al Pci una solidarietà con la rivolta di Praga durata non più di due mesi, fin quando l`Urss non ha stretto i freni e mandato i carri armati.

Dopo il comunicato di disapprovazione dell`intervento è presto cominciata la marcia a ritroso culminata nella missione di Cossutta a Mosca, come ha ricordato il prof.

Victor Zaslavsky, l`unico che abbia fatto entrare nel dibattito la Signora Verità: tra l`Urss e il socialismo democratico, il PCI ha sempre scelto l`Urss.

Segnalo una perla nell`intervento di Ingrao, quando afferma che il gruppo dirigente del PCI era con Dubcek ma la base del partito con l`Urss. E` il fenomeno che affligge tuttora il Partito Democratico, che vorrebbe fare il riformista ed è stretto da giustizialisti e girotondini.

Ma dove forma la base di un partito le proprie idee? Giustizialismo e girotondinismo si comprano forse al supermercato? La base riflette sempre ciò che sta nei vertici del partito. Evidentemente, nel Partito Democratico non hanno ancora imparato a fare l`esame di coscienza.

 

Pubblicato il 25/10/2008 alle 17.56 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web